Bresciachecorre.it
Eco Maratona del Maniva 2009
L' Ecomaratona è una gara podistica in ambiente di media montagna tra quota 1600/2200 circa con dislivello complessivo (positivo) di circa 1000 metri. E' un percorso piacevole e adatto ad atleti ed appassionati di ogni livello, si svolge quasi interamente su sentiero e sterrato attraverso pascoli e zone boschive (3/4 Km circa di asfalto) con scorci paesaggistici di rara bellezza. La partenza è dal Piazzale del Passo Maniva (m.1670) dal quale dopo un breve sterrato si giunge al Rifugio Bonardi. Con una leggera salita attraverso il pascolo Calva degli Zocchi si tocca la Cima Dasdanino (m.2070). Da qui un brevissimo tratto di asfalto ci porta presso i ruderi del 'Casermone' dal quale si imbocca lo sterrato in direzione del Passo Sette Crocette. Prima di raggiungere il passo si imbocca un sentiero tecnico sulla destra, che ci devia attraverso il Goletto di Cludona (m.2031) per portarci presso il Rifugio Grazzini, simbolo della zona, autogestito dal CAI Collio, in località Craparo Alto (2020). Una breve discesa tra bellissimi rododendri passa per Malga Craparo (m.1871), quindi arrivati a Malga Ravenola Vaga (m.1860) si gira a destra seguendo la mulattiera in salita che costeggia i laghetti di Ravenola per poi condurci velocemente all' omonimo goletto (m.2070). In questo punto verrà posizionato il cancelletto di controllo con tempo massimo fissato in ore 2,25 minuti, con obbligo di rifornimento. Il percorso prosegue per un  tratto di asfalto (con vista panoramica sulle alpi) e per sentiero fino al Cascinello di Vaia e poi al bellissimo Laghetto di Vaia (m.1918).

Questa zona è una bandita demaniale con divieto di caccia nella quale non è difficile imbattersi in gruppi di camosci. Una discesa su sterrato ci conduce fino Malga di Mezzo Vaia (m.1851) quindi un tratto di sentiero di 3 / 4 km in leggero saliscendi al cospetto del monte Matto ci trasporta fino Malga Dasdana Vaga (1809).

Si passa a fianco della Cascata di Dasdana (nascosta dalla vegetazione, ma, attenzione è visibile poche centinaia di metri più avanti), si percorre la ripida ma breve discesa per il sentiero denominato 'La scaletta', poi un sentiero immerso in un bellissimo bosco di faggi e abeti, in direzione Roccolo degli Zocchi.

Siamo alle battute finali, quindi attraversando il comprensorio sciistico degli Zocchi, dopo un ultimo strappo in salita, ci si approssima velocemente alla zona della arrivo presso il piazzale del Passo Maniva, per un totale di circa Km. 27.
 

Fai clic su un'immagine per visualizzarla in dimensioni maggiori.